Tradizione e Buon Vino

Quando la tradizione incontra il buon vino…

…ecco gli abbinamenti dei nostri esperti

 

Insalata di carne cruda Piemontese

By: Andrea Cantova

Si tratta di una ricetta piuttosto particolare che utilizza la carne cruda di bovini di razza piemontese macinata e lasciata marinare in olio e limone. E’ una ricetta molto gustosa da mangiare soprattutto in estate, facendo però attenzione che la carne sia freschissima e venga conservata in frigorifero.

Dosi per:

4 persone

Pronto In:

10 min.

Difficoltà:

Facile

Tipologia:

Antipasto

Ingredienti

  • 400g di noce di vitello battuta al coltello
  • 1 spicchio di aglio tritato molto finemente
  • Q.B. sale & pepe
  • 6 cucchiai di olio extravergine
  • 5 cucchiai si succo di limone

Istruzioni passo per passo

Step 1

Mettere il trito di carne in una terrina e aggiungete gli ingredienti indicati mescolando bene. Assaggiate e regolate, a piacere, il succo di limone.

Step 2

Lasciare riposare per qualche ora per consentire ai sapori di fondersi bene. Se volete che la carne mantenga il suo colore, è sufficiente prepararla con mezz’ora di anticipo.

Step 3

Prima di servire, mescolare brevemente il composto con una forchetta in modo da renderlo soffice. Guarnite a piacimento con scaglie di tartufo o funghi porcini crudi.

In abbinamento a questa ricetta proponiamo

GIBILMORO NERO D’AVOLA – CANTINA DI PRIMA

SCHEDA TECNICA

PRODUZIONE: 70 Quintali per Ha
LOCALITA’: Pepita 520 mt slm.
EPOCA DELLA VENDEMMIA: 26-31 Agosto
DURATA DELLA MACERAZIONE: 18 – 20 giorni sulle bucce

AFFINAMENTO: 6 mesi in barriques di rovere da 225 litri 6 mesi in bottiglia
GRADO ALCOLICO: 14 % vol.
COLORE: rosso rubino impenetrabile
ODORE: sensazioni di frutta mediterranea, frutti di bosco e gelsi
SAPORE: vellutato al palato con tannini equilibrati

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: carne, verdure arrostite e formaggi stagionati

 

Pasta con le sarde Siciliana

By: Filippo Munisteri

La pasta con le sarde e finocchietto è una ricetta classica siciliana preparata rigorosamente con i bucatini.

La pasta con le sarde è un piatto tipico della festività di San Giuseppe, il 19 marzo, insieme alle “sfince di San Giuseppe”, un dolce simile ad un grosso bigné e  farcito di ricotta.

Si tratta di una ricetta che solitamente si può preparare solo in un determinato periodo dell’anno (marzo-settembre) e precisamente quello in cui vengono pescate le sarde (che devono essere freschissime) e in cui si può reperire il finocchietto selvatico, i due alimenti base della ricetta.
Qualcuno racconta che la ricetta della Pasta con le Sarde Palermitana sia nata per nascondere il “cattivo” odore delle sarde con l’intenso profumo del finocchietto selvatico.
Altri raccontano che la pasta finocchietto e sarde sia nata durante uno dei tanti tentativi degli Arabi di invadere la Sicilia.
Si narra, infatti che uno dei cuochi al seguito di un generale arabo, per nutrire le truppe unì in un’unica preparazione gli ingredienti che aveva con sé e quelli trovò nel territorio.
Sarebbe nato così il fantastico connubio di pasta, sarde, finocchietto, zafferano, uvetta e pinoli, che ancora oggi costituisce il vanto della cucina palermitana.

Dosi per:

6 persone

Pronto In:

140 min.

Difficoltà:

Media

Tipologia:

Primo Piatto

Ingredienti

  • 700 gr. sarde già pulite
  • 500 gr. finocchietti
  • 500 gr. bucatini
  • 1 cipolla bianca
  • 2 o 3 cucchiai uva passa e pinoli
  • 6 filetti di acciuga
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 bustina di zafferano
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Istruzioni passo per passo

Step 1

Sfilate i finocchietti, lavateli e bolliteli in abbondante acqua salata.

Step 2

Sgocciolateli e tagliuzzateli finemente conservando l’acqua di cottura per poi lessarvi la pasta.

Step 3

Dopo aver lavato le sarde, spezzettatele grossolanamente con le mani

Step 4

In un padellino fate appassire un trito di cipolla con dell’olio dove andrete a sciogliere le acciughe salate.

Step 5

Unite i finocchietti, i pinoli, l’uvetta, le sarde e lasciate insaporire tutto per qualche minuto.

Step 6

Bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco e fate evaporare.

Step 7

Aggiungete lo zafferano sciolto in una tazza d’acqua dei finocchietti e versatela nel sugo. Salate, pepate e fate cuocere per 30 minuti.

Step 8

Unite i finocchietti, i pinoli, l’uvetta, le sarde e lasciate insaporire tutto per qualche minuto.

Step 9

Unite i finocchietti, i pinoli, l’uvetta, le sarde e lasciate insaporire tutto per qualche minuto.

In abbinamento a questa ricetta proponiamo

PEPITA BIANCO – CANTINA DI PRIMA

SCHEDA TECNICA
VARIETÀ DELLE UVE: Chardonnay e Grillo

LOCALITÀ: Lago Arancio 320 mt. slm – Pepita slm 520 mt.

EPOCA DELLA VENDEMMIA: Chardonnay 14 agosto, Grillo 14 settembre
FERMENTAZIONE: 12 giorni in acciao
GRADO ALCOLICO: 13,5 % vol.
COLORE: giallo paglierino
ODORE: profumi di frutta fresca, fiori di campo, mandorla amara
SAPORE: grande finezza, armonia e lunga persistenza

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Primi Piatti a base di pesce, spaghetti al nero di seppia, acciughe alle spezie, polpette di sgombro con cipolla in agrodolce.

More Recipes cooming soon

language »